Il CRSFA ospita a Locorotondo la più grande collezione di germoplasma del centro-sud Italia  che, derivando da oltre 40 anni di selezione clonale, custodisce, unica nel suo genere, non solo variabilità genetica intra-specifica ma anche intra-varietale. La collezione, estesa su oltre 6,5 ettari ed attualmente in fase di risconoscimento presso la FAO, è suddivisa in 11 diversi campi distinti per origine, destinazione produttiva (varietà ad uva da tavola, vino,  portainnesti), caratteristiche varietali (colore e caratteristiche aromatiche) e stato sanitario (piante madri e piante risanate).  Complessivamente ospita oltre 5000 accessioni appartenenti a circa 550 varietà ed in particolare per 70 varietà autoctone italiane sono conservate oltre 1.500 selezioni. Il germoplasma selezionato da diverse Istituzioni scientifiche pugliesi (Dip. Di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti dell’Università di Bari, Istituto di Virologia Vegetale del CNR, CRSFA “Basile Caramia” ed Istituto Agronomico Mediterraneo) comprende varietà italiane (di Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Abruzzo) ed estere (Albania, Croazia, Serbia, Tunisia, Libano, Malta, Grecia, etc.).