Attività Vivaistica e Repository

Il Settore

Il settore “Attività Vivaistica e Repository” si occupa dell’attività finalizzata, principalmente, alla produzione di materiale di propagazione di categoria base (astoni, barbatelle, portinnesti, vasi di coltura in vitro, ecc.) di prunoidee, fico, agrumi, olivo, nocciolo per la costituzione dei campi di piante madri di categoria certificato dei vivaisti ed associazione di vivaisti. Tale produzione è realizzata nel rispetto della normativa vigente che disciplina il Sistema nazionale volontario di qualificazione del materiale di propagazione vegetale (DM 19 marzo 2019; G.U. Serie Generale n.119 del 23-05-2019 – Suppl. Ordinario n. 19). Oltre alle specie citate, il settore si occupa anche della produzione di barbatelle franche ed innestate di categoria base dei cloni allevati presso il proprio Nucleo di Premoltiplicazione vite nel rispetto del DM 5 Giugno 2020 (G.U. Serie Generale n.173 del 11-07-2020).
Inoltre, il settore è impegnato nella conservazione, in condizione isolamento da patogeni e parassiti che possono comprometterne lo stato sanitario iniziale, delle fonti primarie di varietà o accessioni o cloni di specie arboree e vite da registrare nei sistemi di certificazione dei materiali di propagazione.

Infine, il settore essendo dotato di mezzi e strutture necessarie alla produzione in vivo ed in vitro dei materiali di propagazione, collabora nelle attività progettuali che prevedono il risanamento di specie arboree e nella preparazione di astoni, piantoni, barbatelle e portinnesti.

Laboratorio di Risanamento

Il risanamento delle piante di fruttiferi (pero, albicocco, ciliegio, mandorlo, pesco, susino e fico), di vite  e dell’olivo, è eseguito mediante diverse tecniche: coltura in vitro di apici meristematici; termoterapia in vivo ed in vitro;  microinnesto. Talvolta sono abbinate tra loro (es. termoterapia e coltura dei meristemi).

Le tecniche sono applicate in relazione ai virus da cui le accessioni recuperate erano inizialmente infette. I protocolli tecnici adottati per il risanamento sono quelli validati nel corso degli anni.

Le piantine rigenerate sono allevate in condizioni di isolamento (screen House) e sottoposte successivamente a rilievi visivi ed accertamenti fitosanitari periodici mirati alla verifica del reale risanamento.

Personale Strutturato

Dott.
Pasquale Venerito

Dott.
Giuseppe Altamura

P.A.
Leonardo Catucci

P.A.
Antonella Saponari