laboratorio di analisi agroalimentare

il profilo

Il Laboratorio di Analisi Agroalimentari ed Agro-ambientali (LAAA) nasce nel 2002 con funzione di supporto alle attività del comparto Agro-alimentare nell’ambito di progetti di ricerca e sperimentazione regionali, nazionali ed internazionali e sviluppando, contestualmente, conoscenze e competenze che sono alla base dei servizi per l’agricoltura. Nel tempo, il Laboratorio ha ampliato gli ambiti di competenza e oggi si propone come laboratorio al servizio del territorio.

accreditamenti

LAA operando in accordo alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 ha ottenuto l’accreditamento ACCREDIA (numero di accreditamento 0985). L’elenco delle prove accreditate è consultabile sul sito www.accredia.it. Il laboratorio è inoltre autorizzato dal Mipaaf (D.M. del 01/12/2017 G.U. n.3 del 05/01/2018) ad emettere certificati di analisi di vino e olio di oliva ai fini dell’esportazione.

i servizi

Analisi del terreno per scopi agronomici proposte come:

  • Analisi del terreno completa
  • Analisi del terreno secondo DPI Regione Puglia
  • Analisi del terreno solo macroelementi
  • Analisi del terreno per la scelta del portainnesto

L’analisi completa prevede la determinazione di scheletro, tessitura (sabbia, limo, argilla), pH, conducibilità elettrica, calcio carbonato totale e attivo, carbonio organico e sostanza organica, azoto totale, fosforo assimilabile, basi di scambio (K, Ca, Mg, Na), capacità di scambio cationico, microelementi assimilabili (Fe, Mn, Cu, Zn) e boro solubile. Ciò permette all’utente di disporre del quadro completo delle caratteristiche chimico-fisiche del terreno e, quindi, di poter redigere piani di fertilizzazione e di correzione delle anomalie in modo ponderato sulle reali necessità e nel rispetto dell’uso a cui il terreno è destinato.

 

Analisi alimenti: tabella nutrizionale secondo etichettatura Reg. UE 1169/11 (Calorie, Proteine, Grassi saturi ed insaturi, Zuccheri, Carboidrati, Fibra alimentare e Sale), analisi contaminati quali micotossine (es, Aflatossine e Ocratossina A) e residui di prodotti fitosanitari.

 

Analisi delle acque naturali, sotterranee e potabiliparametri fondamentali, quali durezza e salinità, possono incidere notevolmente sulla produzione delle piante e sullo stato degli impianti di irrigazione.

L’analisi chimica completa dell’acqua per uso irriguo prevede la determinazione di: pH, conducibilità, residuo fisso a 180°C, durezza, carbonati e bicarbonati, cloruri, sodio, calcio, magnesio, potassio, SAR e SAR modificato. L’analisi microbiologica prevede la determinazione di: coliformi totali, coliformi fecali, streptococchi fecali ed Escherichia coli. Nell’insieme, analisi chimica completa e microbiologica, rispondono a quanto richiesto da L.R. n. 18 del 05/05/1999 per ottenere anche l’autorizzazione per l’emungimento dei pozzi artesiani.

 

Il controllo acque potabili in impianti idrici di abitazioni, condominii e impianti di purificazione dell’acqua casalinghi è in accordo al D. Lgs. n. 31/2001.

 

Analisi vino e mosti ai fini dei controlli su fermentazione e maturazione. Adottando la tecnologia FT-IR (WINESCAN FLEX – FOSS) è possibile avere analisi multiparametriche (circa 25) in breve tempo (max 2 giorni lavorativi). Titolo alcolometrico volumico, anidride solforosa, acidità volatile, acidità totale, zuccheri, massa volumica ed estratto secco, acido sorbico, Ocratossina A, Ferro, Rame, e quant’altro richiesto dalla normativa vigente sono determinati al fine di  assicurare l’esportazione in paesi terzi (es Cina, Giappone e Brasile), ecc. LAAA inoltre esegue analisi di controllo di pre-imbottigliamento, quali stabilità tartarica, stabilità proteica e dosaggio bentonite.

 

Analisi dell’olio d’oliva: Acidità, numero di perossidi e letture spettrofotometriche sono determinati al fine di assegnare la classe di appartenenza di un olio di oliva dal punto di vista qualitativo. In aggiunta si determinano alchil esteri, esteri metilici degli acidi grassi, cere, steroli per la ricerca di sofisticazioni. La determinazione dei polifenoli totali e della vitamina E può dare valore aggiunto alle caratteristiche qualitative di un olio di oliva.

 

Analisi fogliare: di notevole aiuto per un uso sostenibile dei fertilizzanti; l’interpretazione dei risultati è la fase più critica dell’analisi mancando un’idonea e appropriata documentazione bibliografica di riferimento. In quest’ambito, il personale tecnico del LAAA ha sviluppato negli ultimi anni una buona competenza, in particolare per ciò che riguarda la vite. In generale, l’approccio ideale è di tipo comparativo fra campioni “sintomatico”/“asintomatico”. In assenza di comparazione, è particolarmente critica è la fase di campionamento per rendere comunque possibile il confronto con quanto riportato in letteratura. Il LAAA offre tutte le procedure per epoche e modalità di campionamento fogliare su richiesta del cliente.

 

I parametri determinati sono: sostanza secca, azoto, fosforo, potassio, calcio, magnesio, boro, ferro, manganese, rame e zinco.

 

Analisi chimico-biologica di compost, substrati e terricci: principalmente indirizzate a chi opera nel comparto vivaistico. I parametri da analizzare, infatti, possono variare in base alle esigenze specifiche; in linea generale l’analisi di un compost prevede la determinazione del pH e dalla conducibilità elettrica dell’estratto acquoso, il contenuto in azoto organico e carbonio organico, umidità e l’indice di germinazione.

 

Inoltre, è possibile offrire altre tipologie di analisi in seguito ad accordi con il richiedente.

 

Il laboratorio dispone di un processo documentato per ricevere, valutare e prendere decisioni sui reclami e rende disponibile a qualsiasi parte interessata, su richiesta a info@crsfa.it, una descrizione del processo di trattamento dei reclami.

personale

team4

Prof.ssa Stefania Pollastro

Responsabile Qualità
team1

Prof. FRANCESCO FARETRA

Responsabile di Settore
team2

Dott. Donato Perrelli

Responsabile di Laboratorio Analisi